Amanti innamorati

Correrò via
Come animale feroce in fuga
Per poi…
Morire nella tua bocca affamata
E’ il mio destino
So che posso fuggire
Camufflare la mia paura o…
Affrontare il pericolo
E ancora sarò attrata
In te incontrerò sempre
La mia fine
Il mio inizio
Nella nostra danza selvaggia
Sarò nutrimento
Sarò nutrita
Famme saziata
Acqua e cibo
Sudore e carne
Nell oasi della passione
Il tuo corpo
Fonte di vita nel mio
Sussurro un grido
In ogni tuo artiglio
Che lascia il segno
Resterò impregnata e…
Del mio sapore nella tua bocca saprò
Che non sono la tua preda!
Tu sei il cacciattore scelto.
O solo abbassato volontariamente le difese
Per essere divorata e …
Incontarare nel tuo corpo
Una giustificazione per trovarmi fiera
Di
Saziare,
Saziando
La mia
La tua
La nostra continuazione
In quel che fa vibrare forte
Il tuo
Il mio
il nostro cuore
In quel che siamo Noi
Amanti amati
E mai abbastanza.
Miriam Da Costa 
 
Annunci

Apprendisti

Amo il tuo amore
Nelle onde calme e tempestose
Libere onde dove mi apriggiono
Innocenti richieste
Del tuo
Del mio volere
Amo il nostro piacere
Piccole grandi dosi di romanticismo
Nelle spumeggianti onde
Che vanno e vengono
E portano il felice sapore
Sapore dolcifficato dal vento impetuoso
Liberato in quel che siamo Noi
E tutto ha un odore di verità
Di volere la tua bocca nella mia
Il contorno del mio delirio
In forme che conosco
Ma mai abbastanza
Volo al tuo incontro nella magia
Di una volontà costante e permanente
E poso il mio mondo nel tuo
Nella alineatura che abbiamo creato
In questo amare senza pretese
Che ci fa svegliare nel mondo
Noi amanti come unici.
Eterni apprendisti della vita
Dell’amore
Nella donazione del vivere uno nell’altro.
Miriam Da Costa

La mia convinta certezza

Arrivi silenziosamente
E mi riempi di luce
Corpo, anima, cuore
Ha il colore dell’amore
Nel colore dei miei giorni
Bambino dei miei sogni!
Fantastico il mio pensarti
Cavalco il mio esistere nelle tue labbra
Rosse vicine
Gioco con le sentenze
Negli atti che succedono
Nel nostro palcoscenico
Quando so volere solo il tuo sguardo
Un abbraccio,
Un allaccio di pelle
Luce nel buio della notte
E quando arrivi…
Apri le porte al mio paradiso
Prendi posse del mio essere
L’acqua che fa rima con piscina…
Nella smania del mare in fantasia
Seduci il mistero del canto mio
Nella terra argentata dalla luna
La mia scrittura
Definisce tanto di quel che sento.
Bambino misterioso…
Uomo che a me si svela.
Chi ha fatto di te questo incanto?
La vita?
La poesia?
O semplicemente la verità del mio canto o…
La autenticità del mio amore?
Non so se angelo,
Poeta che scrive nella mia pelle,
Scultore che modella il mo cuore,
O un demone che possiedi la mia anima?
Sei il mio bambino!
Che nelle mattine di sole o nuvolose
Nei pomeriggi tristi o alegri
Nelle notti buie o chiare…
Non sei molto ne poco,
Sei chi allontana i miei lamenti,
Fà sorridere il mio cuore
Fà danzare la mia anima
Fa vibrare il mio corpo
Sei chi è solamente ed unico
Bambino mio
Che nasce nel segreto detto dal sguardo
Scivola nei miei pensieri
E come pioggia
Lava tutta la mia ansia
Elimina le mie inquietudini
Con i baci promessi e desiderati
Alla tua dea
Con baci dovuti
Alla tua padrona.
Dormi bambino!
La luna veglia il tuo sonno
Ed il nostro amore.

Miriam Da Costa

Io sono…

IO SONO…     

Io sono il cuore che il mondo non vede e non vuole vedere
Io sono la figlia che la madre non ha voluto…non ha potuto…
Io sono la figlia che non ha mai visto la madre
Io sono la figlia che non conosci il padre
Io sono la figlia che il padre non sa di me
Io sono la voce che vuole parlare ai sordi
Io sono gli occhi che piangono solitari
Io sono parte della razza umana in decadenza
Io Sono quello che tu fa con la tua ingordia e egoismo
Io Sono la disperazione nella lunga strada della vita
Io Sono la dimenticanza nel calore dei tuoi giorni
Io Sono la miseria, sono la fame di  amore, sono la povertà.
Io Sono una specie in estinzione
Io Sono il valore che tu dona alla vita.
Io Sono le tue braccia incrocciate mentre
Io Sono cronaca, notizia, spettacolo
Io Sono la richiesta di pace consegnata alla vita
Per che io lotti per lei
Io Sono la bandiera viva che tu non guarda….
Io Sono l’ombra riffletendo i tuoi atti
Io Sono domani
Sì! Sono il domani!
Io Sono quella che tu fai
Io Sono tua figlia, tua nipote, tua sorella…
Io Sono la continuazione…
Io Sono il mondo che tu crea
Sono quella che tu fai di tutto per non vedere
Sono quella che tu fai di tutto per distruggere
Sono la vita che tu oggi non vuole salvare
Sono la morte senza opportunità negli angoli del potere…
Sono una richiesta:
Aiutami ad essere di più!
AIutami ad essere per i tuoi sogni.
Sono il passo sicuro che tu puo fare
Sono il tuo riflesso
Fammi brillare!
Sono il futuro che tu disegna
Guardami!
Sono la vita che vuole vivere ed essere considerata
Sono la vita di chi vuole far parte dei tuoi cari
Di quelli che giocano protteti e sicuri…
Sono un domani non molto distante
Sono quella che tu guarda solo per donare…
Sono quella che tu ignora
Sono quella che vuole solo amore
Guardami dentro gli occhi!
Sono quella che ti implora una casa
Sono quella che ti elemosina una famiglia
Guardami!
Io sono quella che tu mi fai…
Sono una bambina da adottare.

Miriam Da Costa

Scritto pensando alle tantissime bambine abbandonate e come se non bastasse….purtroppo anche sfruttate e violentate del mondo. Diccono che a Natale siamo più buoni…o meglio meno cattivi…

Sacro poema…Eterna poesia.

Sacro poema ed eterna poesia sei tu per me!                  
Quello che sono e ho ti dono in poesia eterna
Sacre sono le mie parole sentite per te
E quello che ancora non sono…
E quello che ancora non ho…
Cosegno al saggio tempo che mi dovrà appartenere…
Da sempre
Custodisco con cura per te e solo per te
Il meglio di me
Quando ti canto in prose e poesie
La mia passione
Il mio amore
Quando attendo l’arrivo della notte
E tu
Nei sentieri
Negli angoli
Nei nascondigli
Nelle curve
Del mio essere
Del mio cuore
Della mia anima
Del mio corpo
Percorri sussurando al mio cuore
Tattuando nella epiderme dell’anima mia
Sempre di piu il tuo nome
E sempre di piu mi fai amarti
A te dono tutto!
Quello che sono
Quello che ho
Sentimenti illuminati
Emozioni accese
Parole
Frasi
Poesie
Poemi
Sussurri dell’anima
Vibrazioni del cuore
Tremori del corpo
Poema verissimo
Poesia intensissima
Nella gioia di amarti
Anima mia.
E se a volte…
Come oggi,
Stretta fra le tue braccia piango
Sappi amore mio
Che ti bagno il viso con lacrime di felicità
Gioia di incontrarmi liberamente
Nelle tue braccia prigionera
Riscoprendomi intensamente in te
Amandoti profondamente
Anima mia
Non voglio attendere il tempo che potrà arrivare…
Il tempo è adesso
E non sarà mai presto per lodare l’amore
A volte…
Il tempo può far capricci…
Ti consegno adesso
Oltre quello che sono
Oltre quello che ho
Adesso
Nel tempo
Nel spazio
Che siamo ancora NOI
Tutta la mia vita
Che da sempre
Dal primo sguardo
Fù tua.

Miriam Da Costa

Il mondo…La gente…NOI.

 

Il mondo…La gente…Troppo e niente…                  

Troppa gente
Troppo
Tutto
Rumori
Richezze
Infelicità
Solitudini
Povertà
Miserie
Famme
Rabbie
Violenze
Guerre
Fretta
Corsa
Mescolando
Niente
Assoluto

Del mondo infame…

Poca cosa importa…
Il tutto o niente
Del mondo
Infame
E tutto conta
Nel sguardo
Mio
Nel
Tuo
Verde
Come
Il mare
E…
Qualcosa
Di noi
In noi
Spalanca
Finestre
Dapertutto
A tutte le ore
Regalandoci
Orizzonti
Chiari
Sereni
Tutto
Ovunque
Comunque
Siamo
Sempre
Noi.

Miriam Da Costa

 

Forse sarà un poema…

Dentro e fuori di me                                 
Guardo un po’ quel che succede
Mi rimane un sapore
Di che niente so del mondo
Nelle sintonie in quel che so o penso di capire
Scrivo del vivere, dell’amare e del sognare
Che il tempo mi concede
Ferendo
il bisogno di segretezza
Svelando sentimenti ed emozioni
Esternando
La vita
La passione
Scolpendo nero su bianco
Parole dopo parole
Rischiando l’apparire infantile
Combattendo la paura
Di essere me stessa
Nascondo la faccia alla paura
Guardando fiera dall’alto
Questo mondo pauroso
Cerco di me
Cerco di te
Nei confini del obiettivo di noi
Esco di me
Sotto la luce argentata della luna
Entro in te
Dentro la luce verde dei tuoi occhi
Senza paure
Senza timidezze
Senza riserve
Vado incontro al mio paradiso
Armoniosa sintonia di sguardi felini
Dove ascolto la musica che mi silenzia
Dove c’è il grido forte del tuo desiderio
Di penetrare nei nascondigli miei
Oasi nel deserto è il tuo sguardo
Sguardo che svela
Desiderio desiderabile
Che ci svela in sollievo idilliaco
Avvolgo nel tuo profumo
Il mio verbo esistenziale
Abortisco le parole circostanziali
Donando la vita a parole sentite
Archiviando il processo di guardare fuori
Lasciando al mondo il compito di capire se stesso
E di urlare al vento la sua ignoranza
In rilievo continuo a scrivere di noi
Nella nudità dell’anime nostre
Dove ascolto solamente
Gridare la nostra passione
E mentre fora c’è la sopravivenza
Dentro c’è la lotta sopra il vivere di essere
Semplicemente e naturalmente
Noi
Lettera dopo lettera
Figure ritmiche nei versi ancestrali
Di pallide nozioni di costruzione dello spazio
Acciaio resistente risultato
Righe colorate di rosso passione
Come le vene di rosso sangue
Tutto il colore del inchiostro nostro
A colorare di eterno una poesia
Prendo dal tuo sguardo la tinta
E coloro il mio essere
Nasci poema, vivi corpo, respira l’anima
Soddisfazione dilagante nel testo non studiato
Linguaggio decifrabile della lingua nell’anima avvolta
Si spoglia
Che nel silenzio che tutto racconta
Di una lacrima imbalsamata d’amore
Si veste
Iperbole umana di sentieri percorsi
Quando poso le mie parole dopo parole
Sapendo che quel che mi fa sentire poeta
Oltre le parole che mi nutrono e divorano
E’ la mia stessa vita,
E’ la mia stessa passione per il vivere
E’ la mia passione ed amore per te
Scritta nella pace liberata
Per le ali mentali
Grazie al tuo amore
Volo all’infinito
Con te e con la mia poesia.
Miriam Da costa