Essere IO o… essere vile

Alena Plihal

Alena Plihal

 
Volevo temere la penombra
i tuoni
i lampi
mostri del buio
ma l’essere umano
mette più paura
 
Essere Io
o essere vile…
la pavidità
non è una’arte che fa eternare
nella codardia
nulla si eternizza
nemmeno l’anima

L’inferno infernale
non è tanto lontano
é proprio lì a due passi
è davanti agli occhi
subito dopo il dove
nulla si nasconde
ed è più vicino che la distanza
della distante fuga
non tarda molto
ed arriva per qualsiasi
uno di noi

L’ingresso al paradiso
non è gratuito
e quando arriva
non rimane tanto
non permane più di tanto
giusto il tempo
di non vedere più l’inferno
lì a due passi
lì davanti agli occhi
subito dopo il dove
nulla si nasconde.

Miry

*Dipinto di Alena Plihal ( russian painter )

Annunci

Dalla fine all'inizio

Dalla fine all’inizio

 
 
Soavemente calda
la tua brezza
scivola su le mie spalle
fino a toccare le mie labbra
i contorni
dalla fine all’inizio
 noi in mezzo
accurati
esausti
così siamo
essenza magica
raggi, tuoni e tempeste
fauna, flora e fausti
inclinandosi in effluvi
al paradiso della primavera
nell’inferno
della calma invernale.

Miry

Pensiero… Del paradiso e dell’inferno in me

Del paradiso e dell'inferno in me

Del paradiso e dell'inferno in me

 

Che ci sia il paradiso e l’inferno nell’anima e in questa vita in carne ed ossa,
lo so. Possiedo questo sapere, perche loro pulsano forti nelle vene dell’anima mia
e della mia carne. Loro mi nutrono e mi divorano.
Posso sapere e vivere la loro esistenza in me, ma non sono mai riuscita a comprendere il perché, da sempre, loro insistono in vivermi e morirmi in simultanea.

Miriam Da Costa

Composizione linfatica

COMPOSIZIONE LINFATICA

COMPOSIZIONE LINFATICA

Dietro nostra retina

Un infinito mondo

Dentro ogni sguardo

Nostre dita

Grovigli nei fili

In sintonia

Capelli

Peli

Pelli

Sogni

Melodia dolce

Tessendo Arte

Dipinto poetico

Nostra stanza

Sguardi

Abbracci

Anima

Fame

Labbra

Lingue

Sete

Paradiso

Da baciare

L’Eden

Da leccare

Nostro palco

Albero di passione

Frutto d’amore

Noi

Radici e rami

Germogli

Sciolti negli atti

E ne ci penso più

E ne voglio altro

Abito nel tuo tronco

Parasita della tua carne

Desiderio

Sanguisuga della tua vena

Ardore

Tutto per albeggiarmi in te

Gocciolando versi

Tua

Intromissione permessa

Nuda

Poesia promessa

Linfa.

Miriam Da Costa