I sognatori, i creativi e gli artisti

José Ferraz de Almeida Júnior

José Ferraz de Almeida Júnior

 

I sognatori sono coloro che hanno la magia dell’ispirazione
I creativi sono coloro che donano forma e sostanza ai sogni
Artisti sono coloro che hanno il magico dono di sognare la creazione, di creare sogni e di goderli.
Poveri sono coloro che non sognano, non creano e non godono il potere dell’arte di vivere.
Miry
*Dipinto di José Ferraz de Almeida Júnior ( pittore brasiliano)

Annunci

Atlantico

 

 

Steve Hanks

Steve Hanks

Atlantico,
ho sognato d’essere una tua onda
in tutti quei pomeriggi
dove la mia esistenza
si posava fra le braccia della profondità
che accoglieva l’anima mia.

Oh! Oceano!
In tutti i miei giorni
ho sempre sognato d’essere come Lei.
Potrà mai un’unica lacrima mia
essere accolta fra le tue onde?
Miry

*Dipinto di Steve Hanks ( pittore americano)

 

Eu nada sou
(Io niente sono)
eu nada sei
(io niente so)
eu nada tenho
( io niente ho)
 em nome da divina ignorancia
(nel nome della divina ignoranza)
que sinto sagradamente minha
(che sento sacramente mia)
ontem, hoje e todos os dias
(ieri, oggi e tutti i giorni)
do meu ignorante tempo
(del mio ignorante tempo)
prà sempre e mais um dia
(per sempre ed un giorno in più)
ignorado
(ignorato)
no século dos séculos
(nel secolo dei secoli)
desconsagrado dos humanos deuses
(sconsacrato dagli umani dei)
da profana sabedoria.
(della profana saggezza)
Amem!
(Amen!)Miry
*Dipinto di Bruno Steinbach Silva (pittore brasiliano)

Quell’uomo con il quaderno e la matita in mano

 

Sono sempre stata affascinata da quell’uomo
adoravo vederlo seduto sulla panchina
sempre con quel quaderno e matita in mano
taciturno e sereno alzava la testa
e con lo sguardo luminoso mi sorrideva
sembrava che mi fotografava
 con i suoi occhi penetranti
mi sedevo sulla sabbia a due passi da lui
e con la coda dell’occhio lo osservavo
ammiravo i raggi del sole sulla sua capigliatura corvina
il suo masculo petto abbronzato
ed il suo continuo alzare ed abassare la testa
verso quel misterioso quaderno
e verso di me
ci siamo così, silenziosamente,
amati per lungo tempo,
un giorno, sono andata in una mostra d’arte
solo allora scopri, emozionatissima,
il perche del suo continuo guardare me
e quel suo quaderno
con la mattita fra le mani
sapevo e sentivo che lui mi affascinava
tanto e non poco
ma non avevo immaginato
il quanto lui fosse affascinato da me
mi aveva disegnato tante volte
in tanti modi e posizioni.

Miry

 
Quell'uomo con il quaderno e la matita

Quell’uomo con il quaderno e la matita