I Giorni Commemorativi

I giorni commemorativi

I giorni commemorativi

L’eternità è il risultato preciso del tempo.

Il tempo risiede nella luce o buio del pensiero e nel sapore dolce o amaro dell’azione.

Tutti i giorni è il giorno!
 
Un giorno non fa il tempo saporito di festa e tantomeno illuminato nell’eternità di pensieri.
 
Stop ai chiassosi giorni commemorativi e festivi!
 
Non serve un giorno per festeggiare la pura ipocrisa , quando la viviamo tutti i giorni.
 
Un giorno per festeggiare è come un passaggio nell’aereo arrugginito dalle parole vuote,
che presto vengono dimenticate nei giorni della sopravvivenza
nei sentieri terreni di parole senza azione, senza riflessione e sopratutto senza cambiamenti e ne evoluzione.
 
 
Nominativi dipinto ed artista a me sconosciuti.
Annunci

Attimo

 

 

attimo

attimo

Vado via un attimo…
senza mai andar via…
afferro questo mio attimo…
che in un attimo vola via…
afferrando le onde del mio attimo…
è tutto un attimo!
Un attimo d’evanescenza eternità.*

Miriam Da Costa

https://www.facebook.com/Miriam.Da.Costa.scrivoconlanima

Oh! Fasulli Dei!

Gli irreali Dei dell’antichità
Sono sempre più tristi
Sono sempre più muti
Si occultano nell’eternità
Degli assetati del mondo
Degli affamati di dominio
Degli assetati del sapere
Degli affamati di gloria
Perche non potreste essere uomini?
Emarginati del sogno deserto!
Dove regna la vostra morte e divinità?
L’eternità senza destinazione
Perche del nulla sorgete?
Divino corpo vivo senza ritorno
Perche voi, Dei, niente vedeste?
Di questa vostra cecità divina
Il prezzo pagaste molto caro
Ma chi vi ha fatti Dei?
Signori dell’eternità cieca
La mia terrena coscienza
In pensieri, vi ringrazia all’infinito
In voi, padroni dell’eternità
I miei vivi versi non credono.

Miriam Da Costa

Oh! Fasulli Dei!

Oh! Fasulli Dei!

Paradossalmente

Paradossalmente

Paradossalmente

I miei piedi da sempre incisi nel suolo come radice d’albero di savana, mai furono sufficienti per evitar quella profonda leggerezza dell’essere, che come nuvola fugacemente perenne, si incontra nella divina perdizione nell’universo della poesia in evanescente eternità della mia profana esistenza.

Miriam Da Costa

*Mondo! Scusami, ma si sta facendo tardi…*

Non riesco a odiare chi odia
Non riesco a mancare di rispetto a chi non rispetta
Non riesco a pensare e voler male a chi pensa e vuole male
Sono troppo impegnata ad amare, rispettare, pensare bene e fare del bene
Scusami, ma il mio tempo è molto prezioso
Non so fino a quando ci sarò ancora
E’ per questo che …
Quando mi rimane qualche attimo libero d’eternità
Preferisco investirmi nell’ispirazione per creare all’infinito.

Miriam Da Costa

Pensiero… Fra l’immenso e l’arcobaleno

Fra l’immenso e l’arcobaleno

Fra l’immenso e l’arcobaleno

Quanto grande e di qual colore sarà il dolore degli dei che si amano e sanno di dover morir?
Dove mai in questo mondo potrò saper degli dei , del loro amore, del loro colore e dolore?
Fra l’immenso e l’arcobaleno dell’eternità della poesia.

Miriam Da Costa

Il Mio Matrimonio Perfetto

Il Mio Matrimonio Perfetto

Il Mio Matrimonio Perfetto

 

Scrivere ed Anima Mia, io vi dichiaro marito e moglie!

Finchè l’eterno vi eternerà nella eternità.

Ora i coniugi possano liberare l’essenza.

Miriam Da Costa

 

*eternerà?!

Se non è presente nei dizionari letterari…

Esiste nel mio stellare.