L’assordante silenzio

 Digital Art

Digital Art

Sarà l’assordante silenzio degli innocenti
o sarà la maschera mortuaria dei diffidenti?
Di quelli che diffidano sempre
di tutto, tutti e di se stessi?
Di quelli che dicono vivere
nella tristezza della solitudine
ma non si aprono alla gentilezza
o perlomeno all’educazione e al rispetto?
Questi miserabiili vivono morendo
respirando il loro silenzio complice ed assassino.

Il silenzio è dignitoso si!
E vale l’oro del coraggio
Il silenzio che sussurra vita
e non asseconda la morte.

Questo silenzio che impregna il mondo
questo che rimane andandosene via
che guarda ma non dice
questo è il concime dell’ipocrisia
che devasta l’umanità.

L’umanità è incinta di crudele silenzio
ed ogni giorno partorisce
urlando atrocemente la sua disumanità.

Miry
Immagine: Fantasy Digital Art by Sergey Musin

Annunci

Umana Impotenza

 

Lisa Simpson

Lisa Simpson

Piango per la mia umana impotenza
dinnanzi alla disumanità che regna con prepotenza
Sono soltanto un fragile uccellino
che canticchia il suo rimato ritornellino
sognando un mondo diverso
il mio canto ora è triste e non c’è verso
perchè è tutto molto triste e complicato
l’essere umano è assai indemoniato
vorrei non avere occhi ed essere cieca
davanti a quel che la mia vista depreca
vorrei non avere orecchie ed essere sorda
dentro a tutto il disumano frastuono che assorda
vorrei non avere cuore e non sentire
accanto a tutta questa crudeltà e non soffrire
in questo mondo, vorrei non esserci ma ci sono
e la mia triste rima è il mio sentito dono ♥

Miry

Io, Indignata!

Mi indigno con dolore
Della Libia e il suo orrore
Un essere umano
Con la giusta mano
Va sempre trattato
E con processo adeguato
Tutto il mondo si impegna
Contro la condanna di morte che regna
Ma di quanta ipocrisa e falsità
E’ capace questa società?
Se poi tutti esultano e aconsentono
Tutta questa disumana atrocità
Io non smento
Il mio profondo sgomento
Dall’umanità che gode questa gogna
Provo solo vergogna.

Miriam Da Costa

Il piangere della Madre Terra

IL PIANGERE DELLA MADRE TERRA

IL PIANGERE DELLA MADRE TERRA

La Madre Terra è agonizzante

Senza forze…

Per reagire alla crudeltà imposta

Dall’intolleranza dell’uomo

Che ancora non ha imparato

Ad esser sensibile con la natura

L’uomo pensa d’essere

L’onnipotente

Perché crea all’infinito

La distruzione

Ma quando la natura si ribella

Manifesta la sua ira

Nessuno possiede forze

Per combatterla

Il Pianeta è di tutti

Ed ancora sarà

Quando la natura riprenderà

Tutto che li è stato sfruttato

Tolto e distrutto

Una nuova Era

Ci sarà…

E saluterà con riconoscenza

Il rispetto ricevuto

Da chi in silenzio piange

Per la disumanità

Di chi crede d’aver il potere

E di far piangere la Madre Terra.

Miriam Da Costa