Graffiami!

Graffiami!

Graffiami!

Graffiami!
Senza pietà, graffiami l’epidermide dell’anima con le unghie del tuo ardore.

Miriam Da Costa