Desideri incisi

Desideri Incisi

Desideri Incisi

 

Questa sera di calda brezza argentata

voglio aprirmi nella condiscendenza della tua bocca

torturare la frusta di parole in morsi nel tuo corpo nudo

-opera d’arte divina –

ad incendiarmi i desideri detti e no

Avere dal tuo peso mascolino

il piacere collocato nei miei gemiti

mia disordine totale

fra sensi in pura emozione ad organizzarmi all’apice

nella punta della lingua in versi

versare nella tua pelle la voglia delle mie allucinazioni

profumare tua carne fra canti ed incanti

poetico sudore

e più insana …

gridare la libertà di possedere l’anima tua

nel delicato e totale momento che penetra la mia poesia

-il mio mondo sommerso-

scopre il tono del mio sospirar

irrompi l’ occulto mare

questo mio sguardo lucido e vivo

 che d’essere tua esige

mangia e bava

beve e scivola

accarezza e strofina

bacia e lecca

succhia ed assapora

sente e si dona

prende e lascia

ritorna sempre dopo il diluvio

folle e tremante

pazza e vogliosa

implorante per un nuovo temporale

ed io, sopravvivente, rimango attaccata al tuo mastro

ancora di puro piacere e salvataggio

Per il mio essere febbrile.

Miriam Da Costa

Annunci