Fra la salsedine nelle labbra e l’ecco dell’onde

 

FRA LA SALSEDINE NELLE LABBRA E L'ECCO DELL'ONDE

FRA LA SALSEDINE NELLE LABBRA E L'ECCO DELL'ONDE

L’anima mia sussurra parole alle onde

Silenzi poetici che non oso dir

Lingua a leccar labbra in fantasie

Baci che ancor ti devo donar

Sono folli e insaziabili desideri miei

Più mi bagno nel tuo sudor

Più voglio il tuo ardor

Più cammino nei sentieri della tua vita

Più incanto e fascino incontro

Abbraccio forte le braccia dell’anima tua

Inchiostrando d’intenso ardor le tue vene

E tutto che vivo e scrivo nella tua pelle

E’ eternità di tutta l’immortalità del noi

Che canto in prosa d’intenso amor

Canto te

Poetizzo te

E di questo non mi stanco mai

Dentro il mio infinito stancar del mondo

Molte volte sono lontana in silenzi

A guardar l’orizzonte

E molte altre  spavalda ed indomabile

A guardar te

In fondo è solo paura…

Mia unica paura è…

Che tu venga a scoprir

Quel che non riesco a nasconder

Che nulla sono senza te

E quel che contemplo in pulsazioni

Nasce dagli occhi miei innamorati

Che volentieri si chiudono al mondo

E si aprono solo per chi sono destinata

Condannata a morir d’amor

Beata anima innamorata la mia!

Fra sorrisi e lacrime

Fra calme e tempeste

Fra paradiso ed inferno

Fra lettere e musica

Del tuo orchestrarmi

E che tre mille volte nascono i giorni nella mia vita

Poetizzati in te

E che i tuoi giorni tre mille volte leggono i miei versi

Poema che scrivo con gioia e sangue

Con gocce dell’anima e sudore della carne

In nome della tua fierezza e calma

Nell’appartenere al mio appartenerti

Silenzioso è questo mio desiderio

Poema  febbrile di salsedine bagnato

E  le tue salate e ardenti labbra

Nelle mie infuocate si uniscono

Compiendo in noi e nel molto del noi

Quel che sa d’unico

Il perché le mie ditta scrivono petali

Nell’ecco dell’onde

E’ la follia delle mie labbra assetate

Di versi profumati nella tua pelle

E che la mia pelle s’ impregni di sudata poesia

Essenza di chi è padrone

Signore assoluto di tutto che in me germoglia

Nella tua pelle abbraccio forte il desiderio

Mille folli fantasie

Nel tramonto al mar

e poi…

Nella tarda notte che addormenta la vita…

In attesa del vento a riportarmi il suo svegliar

Nella scia del tuo intenso profumar

Dipingerò di mare e stelle tutte le notte

Fra versi e prosa

E terrò sveglio il desiderio poesia

Inciso nelle mie vene

Inchiostro del tuo sangue

Scorrendo nel mio cuore

Protetto nel mio petto

Pulsando forte in bramosia

Mia bocca in lettere

Fino a esplodere nella tua bocca

Guardiana d’ardenti baci ed osceni versi

Di tutte le mie labbra in poesia

Fra la salsedine

E l’ecco dell’onde.

Miriam Da Costa 

Annunci