Impeto

Impeto
Impeto

 

 

La pelle già non trattiene

E la parola strappa

Incide lo sguardo

La superficie arde

E già sono sensuale poema

Negli occhi tuoi in fiamme di desiderio

E l’anima mia sussurra inebriata

Un sorso nel tuo sorriso libidinoso

Degustando preavviso poetico

Il mio nome lettere a lettera

Nel tuo verbo divino

Il mio piacere goccia a goccia

Nella tua sacra lingua

La luce risplende forte

Tenera accoglienza

In galante intervallo

Dentro i tuoi promettenti baci

Vivere nella tua arte

Essere aurora nel tuo petto

E crepuscolo fiammeggiante

Nei tuoi versi ed inversi

Sono tuo impeto

Tua follia sincera

Tua saggezza in follie

E…

Fra l’azzurro del cielo

Ed il verde dei tuoi occhi

Danzo poesia e desiderio.

Miriam Da Costa

Advertisements