Novenario sognante

NOVENARIO SOGNANTE

NOVENARIO SOGNANTE

E’ già da tempo,

piccolino mio,

leggo le tue

tra le righe gridate

e mi nascondo in mezzo

protetta dai simboli ed accenti

scivolo nella tua lingua

un’immagine quieta

in questa retina stanca

Ci sono tante nuvole

bambino mio

e la pioggia cadendo

sopra il tuo sorriso

di chi non capisce

e si sorprende

con la barca attraccata

La poesia

questa bambina dannata

attaccata ad un ramo

recita versi

-fiori e foglie-

-petali e spine-

che cadono nelle mie braccia

mentre dormo…

recito il tuo novenario

fatto di timidi sorrisi d’incanti

e ricchi sogni di spiaggia deserta

I tuoi occhi sussurrano

percorrono cielo e mare

dentro il mio sguardo

ed io

ascolto con attenzione

mano sul mento

lettera per lettera

poesia nel cuore

tue parole sognanti

dolci premure

poema in carezze

costruisco veliero di carta

di versi dimenticati…

che tengo al sicuro nell’onda

baciando l’aurora

… quella che ancora

non ti ho donata.

Miriam Da Costa

Advertisements