Non voglio l’otto Marzo!

Non voglio l'otto Marzo. Festa Della Donna

Non voglio l'otto Marzo. Festa Della Donna

 

Quanti versi, poemi e poesie per il giorno della donna

Un giorno dell’anno per festeggiare

Ed il resto dell’anno Per dimenticare…

Io non voglio un giorno della donna

Per coprire e dimenticare tutta l’ingiustizia

La violenza

 La non valorizzazione

Io voglio diritti e sicurezza

Voglio essere donna tutto l’anno

Non essere licenziata per la maternità

Voglio essere libera

E non schiava di un padrone tiranno

Voglio uguaglianza di diritti

Voglio lavorare con i miei colleghi uomini

Ed avere lo stesso stipendio

Avere più sedie nei palazzi governativi

Ed avere lo stesso diritto di decidere

Per la mia città, provincia, regione e nazione

Non voglio un giorno della donna per festeggiare

Ad abbuffarmi con menu alla mimosa nei ristoranti vari

Che solo guadagnano ma di me donna importa poco o niente

Non voglio assistere ad uno streptease maschile

Ed urlare come demente con e come altre

Voglio essere donna

Voglio sentirmi donna

Voglio essere gioiosa , festeggiare

E solidarizzare con le altre donne

Tutti i giorni dell’anno.

Non voglio l’otto marzo!

Miriam Da Costa

Advertisements

5 commenti su “Non voglio l’otto Marzo!

  1. fishcanfly ha detto:

    Mi hai fatto pensare alla festa dell’Essere supremo di Rousseau! Ma hai ragione: miliardi e miliardi che si sommano e riempiono ogni giorno, ogni istante.
    Versi intensi.
    http://www.vongolemerluzzi.wordpress.com

    • scrivoconlanima ha detto:

      Ciao! Grazie per il tuo gradito commento!
      Non conosco l’Opera di Rosseau da te nominata, ma mi sono incuriosita. Un abbraccio, Miry

      • fishcanfly ha detto:

        Non è un’opera! E’ uno dei pensieri di Rousseau che voleva sostituire la fede con un sistema civile di valori che sarebbe partito innanzitutto dall’Essere. Perchè siamo essere in continuo movimento 🙂
        Be’ allora a rileggerci! 😉
        Nelle acque del mio blog sarai sempre la benvenuta =)

  2. laurin42 ha detto:

    Non solo per l’otto marzo 2011

    Le mimose sono fiori.
    I fiori sono tanti, milioni.
    Gli esseri umani sono tanti.
    Miliardi.
    I giorni dell’anno sono 365.
    Pochi per celebrare.
    Perchè distinguere?

    Allora celebriamo l’Essere
    ogni giorno, ogni ora, ogni minuto.

    Auguri a te,
    che sei prima di tutto un Essere

I commenti sono chiusi.