Filigrane Dell’Anima

Filigrane dell'Anima

filigrane dell'anima, poesia

                                                       Con i pori delle stelle

                                                               Succhio il cielo

                                              In filigrane dove le onde dell’anima

Sono labirinti in labbra

Miei occhi castani di velluto

Sopra la tua pelle sudata

Come intreccio di fili

Mi penetro nel paradiso

Non come baco da seta

Nelle viscere

Come vampiro nelle vene

E qui il verso sanguina

Schiuma tutta la lussuria

Della parola unione

Noi

Sereno cielo

Silenzio di piume

Ascoltando il suono della pioggia

Versandosi nel giardino…

Scivolando in scavi…

Nell’ambito della crisalide

Questo foglio bianco

Di verbi sogni segni

Fra pietre scivola sopra le pietre

Ed il poema dal nulla si fa aracaria

Alla deriva il ventre dell’anima si modula

Mentre la vita

Dolcemente si frammenta nella gioia

Scoprendo in torpore di madreperla

Fra il crepuscolo e l’aurora

D’essere tua rosa

Tuo nettare.

Miriam Da Costa

Advertisements