La tua pelle

 

                                                                 Tua pelle

Il paradiso
Che avvolge i miei sensi
Nella tenerezza creata per i miei sogni
Pelle fatta come l’Autunno
Dove il senso tutto è senso contrario
Vivere e morire nell’emozione
Che mi fa rigirare gli occhi
E mi porta il brivido caldo
Tua pelle
Dea e regina nell’intenso paradiso
Sciolto al mio Si
Di parole incise e condivise
Nell’ardere del mio corpo in sospiri
Tua pelle
Dolcezza delle onde del mare
A baciare la mia
Dove  voglio sempre
Sdraiarmi nelle  pennacchie
Delle tue braccia
E gambe
Per sognare vivendo
Nella tua pelle
Nutro la volontà
Costruisco il sogno
Ricamo la realtà
Con fantasia
Nel nostro sogno
E se chiudi gli occhi
In un impulso
Hai il mio odore
Il mio sguardo
Il mio sussurro
Nella tua mente
Ad attendere il nuovo poema
Che verrà declamato
Nella tua pelle.
 
Miriam Da Costa
Annunci