OH sante donne… ipocrite!

 

 

Oh sante donne…

Se non avete fegato non andate avanti

Non continuate a leggermi

Oh figlie di Maria Vergine… beate e consacrate

Agli stupri degli amanti

A macchiare i vostri  obbiettivi di puri veli

Lasciati negli altari dell’innocenza

Dopo di ogni farsa e santissima eucaristia

Mi ritiro come se angelo senza ali fosse

E dell’ alter ego strappo tutta la mia  fantasia ingoiata

E ringoiata  imbottita di verità

Acclamate in luminosi codici di barre

Vomita!

Vomita!

Vomita!

Tutta la tua santa e pura pazzia

Se sei arrivata fin qui

Oh deflorata creatura

Vostra pazzia soppianta la mia.

 

Miriam Da Costa

 

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.