Libro come parola e fiore

       
 
Ci sono foglie e fogli
Dispersi qua e la
Dove parole iscritte
Si spogliano avverse alle immagini erudite
Radicano sensi  ingenui
Innamorati nostalgici
Contornati di  abbaii e risate
Ulluli e vanità
Pagine sfogliate di petalli proscritti
In versi e prose protetti in pura verità
Ci sono fiori crescendo
Di radici lettere penna e calamaio
Di chimere imparando l’umanità
Testi sorprendendo chi ancora mente
Pagine numerate
Frasi ingiallite
Poesie inventate in forme 
Norme di vite
Ci sono pensieri contenuti in sogni e valori
Nell’attaccamento di tanti consensi
Ci sono libri per chi abbiamo immenso amore
Radicati e dimorati da laici sentimenti
Incoraggiati
Insani
Dove l’allegria è felice dolore
E si sfoglia di scritti
Folli lamenti
Del tanto di altri tempi
La parola fiore
Libro.
 
Miriam Da Costa
(L’ignorante che scrive con l’anima)
 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.