Il tuo collo

 

Tuo collo,

Oh! Tuo collo!

Vede da lontano il brivido vampiresco

Che raddrizza i miei peli

Solo ad immaginarlo fra i miei denti.

A questo pensiero

Mia bocca si apre appena

-istintivamente-

Ed io tremo per intera.

Regala ai miei denti

Questa bontà deliziosa

Lasciami percorrere

La circonferenza che si consegna

Alla mia sanguinea sete di te.

Tuo collo!

Oh! Tuo collo!

Che attizza  mia vampiresca fantasia

Che dialoga con me

Nel ritmo della seduzione.

 

 

 

Tuo collo!

La mia ispirazione per incidere nella tua pelle

Il mio poema vampiresco

Tua vampira.

 

Miriam Da Costa

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.