Mamma poesia – 21 Marzo giornata mundiale della poesia

 
Ti ho amata da tempo incerto
Perchè sono nata già incinta di te
(partorita nel cuore da te)
Poesia mare deserto
Sabbia bagnata
Caldo e freddo
Poema ho sentito
Dolore e gioia
Morte e vita
Muoio
Ad ogni parola che smacchio
Che taglio
Ogni poeticare che non partorisco
Ogni rottura d’acque
Ogni lacrima
Poeticata
Vivo il pianto della poesia
Piango in silenzio dentro l’anima
Mi invade notte e giorno
Vivo quasi crocefissata
Quasi morta di tanti sensi
Emozioni
Ricordi
Partorisco più dentro
Pensieri cosi persi…
Ricordi nascosti nell’ombra
Dove la saudade insiste nella dimora
Sono nata poema di sangue
Sangue dell’anima
In un corpicino poesia
Bambina disanguata
Abbandonata
Nella spiaggia solitaria
Quasi ad aspettare la mia compagnia
Perco il tempo
Perco la comprensione
Perco la calma
Nella parola abbandonata
Permettendomi  il sentire
 Dimenticare…
Perdonandomi
Ombre poeticate
Ordinandomi di proseguire
Primavera da fiorire
Con radici strappate
Muoio di poesia
Tutti i giorni
Muoio viva
Sentita
Presa
Viva
Morta
Resa
Sempre che la poesia
Bussi alla mia porta
Notte e giorno
Proclamata
Declamata
Verbalizzata.
Poesia!
Che sia fatta la tua volontà
Nell’anima mia
Nella mia esistenza
Ieri
Oggi
E sempre.
Mamma poesia
Ti prego:
Non abbandonarmi mai!
 
 
Miriam Da Costa