Profanazione della vita umana

Seguiamo riti abitudinari

Tanto abitudinari che per fino ci dimentichiamo

Che sono soltanto riti

   di barre e  versamento di crisantemi

ed a volte anche di sentite lacrime

nei bordi delle tombe mascherate

scolpite dai ipocriti  vivi potenti –

Allora solo allora

Cortesemente ci inginocchiamo

Per le vite profanate 

 Già nelle loro barre

Coperte di rosari, fiori e  terra

Offriamo nostre corone

Di attitudini procrastinate

Mentre in distanza

Lucidiamo la nostra "coscienza".

 

Miriam Da Costa

 

Questa voce è stata pubblicata in scrittura.