Io pagliaccia

Il mondo è un grande circo
E una delle pagliaccie sono io
Io non ho chiesto di essere pagliaccia
Fu la vita che mi ha scelto
Chi ha dipinto questo mio sorriso
E mi ha donato questo vestito colorato
Le scarpe più grandi dai miei piedi
Ha dimenticato di colorare la vita
E tu può essere trapezista
E pensare che la pagliaccia è niente
Io posso cadere per terra
E tutti ridono e si divertono
Se tu cade sarà una disgrazia
Volendo può essere un domatore
Che doma le belve con maestria
Quando arrivi alla fine dell’atto
Non riesci a domare l’ammarezza
Nonostante queste differenze
Chiedo sempre al signor padrone
-che mai ho visto-
Di questo gran circo
Che il domatore riesca sempre bene
Ed il trapezista mai venga a cadere
In questo grande circo
Dove io, pagliaccia
Piango e tu ride di me.

Miriam Da Costa

 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.