Rosa incarnata

Dalle radice ai petali

Dal gambo alle foglie

Nel tuo leccarmi le spine

Voglio perdermi in mezzo

Dentro

Intorno

Alle tue labbra

Sono tua rosa incarnata

Inebriandoti in cascate nell’indole selvaggia

Tua rosa di rosso sangue colorata

Tua vampira voluttuosa

Sono tua chiroptera succhiandoti l’anima

Succhiando dal tuo corpo

Calice del mio nettare paradisiaco

Decifrando i tuoi codici

Nella linfa del tuo sangue

Io  tua selvaggia rosa incarnata

Mi permetto questa  folle felicità

Trasmetterti il mio lato oscuro

Adorando avere il possesso

Della tua potenza

Di farti folle fra le mie spine incarnate

Imbalsamandoti nel mio nettare

Mentre io mi nutro del sale della tua pelle

Ed oso padroneggiare il sangue delle tue vene

Per decifrare

Declamare l’amore sanguineo

E sanguinante su di noi

In prosa e versi

Sono tua rosa incarnata

Cosi mi hai voluto e fatto

Tua vampira.

 

   Miriam Da Costa

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in scrittura.