Salami la pelle

 

Apriti in me l’esistenza

Che vive d’amore ardente in plenitudine

Negli sguardi tuoi immensi e gioiosi

Nei tuoi baci caldi ed umidi

Nelle tue parole dolci ed oscene

Apriti in me il Mandala della vita!

La poesia di noi
Scritta in venature d’oro nella  nostra  preziosa pergamena

La luna che illumina gli allineamenti e segni

Del tuo corpo nella notte nel mio fragile corpo

Immerso nella più pura emozione

La notte che mai si addormenta
La notte che mai si perde o si disfa nel buio

Apriti in me di più!

I passi tuoi sono davanti a me
Portando radici e rami

Semi e grani

Nel andirivieni delle onde

Lo sguardo di Nettuno ci annaffia

Il suo alito umido ci benedice

Sussurri, gemiti e grida

Pelle si strappando nell’altra

Carezze  e baci a due passi dal paradiso

Vulcano esplodendo in lave
Lavami la carne con l’acqua del tuo sudore
Bagnami il viso con le tue lacrime d’emozione
Nel sale della tua esistenza

Della tua emozione salami i passi
I passi miei nei tuoi

Perché io ti amo

Perché io amo camminare sopra le tue brace

Portandoti al mio calice

Nelle uve della mia vendemmia
In una tempesta di fuoco e passione

Amore nella carnosità della tua bocca nella mia
Apriti in me!

Di più ed ancora di più!

Baciami e…

Salami la pelle!

Salami la carne!

Salami l’anima.

    Miriam Da Costa

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in scrittura.