Rifugio

 

Mi incontro

Dove non mi incontrano

Bevendo onde

Fra i grani di sabbia

Davanti a Nettuno

Senza paure

e problemi ad inchinarmi

Sono l’ignorante!

Che scrive con l’anima

Potrà riconoscermi

Anche nel buio

Io non lo temo

Cammino silenziosamente

Respirando l’essenza

Sempre attenta ai suoni

Mi emoziono

E dagli occhi miei

Sorgano ciò che bevo

Come temere?

Quel che temo

– l’unica cosa che temo-

E’ girarmi…

Dare le spalle al mare

E tornare.

 

 

    Miriam Da Costa

 

 

Questa voce è stata pubblicata in scrittura.