C’è

Rumori ondeggiando la pelle

Sopra le palpebre agitate

Parole cantando

Bocca nella bocca

Nel sonno danzante

Di vele alzate
Nelle scale del levante

Ombre danzando
Cicatrici semi chiuse
Negli occhi sorvolando
Come tinte colorate

In tele di pianto e sorrisi
Sonno e sogno
Mente addormentata

Corpo in fiamme
Dove mi compongo
In poesia accaduta
Una forza svegliando

Un dio chiedendo
Versi causali singhiozzando
Tempeste ruggenti

I tuo sguardo

Il tuo sorriso
Il tuo odore
C’è  quel che è tutta

La voglia d’amare

Tempo passato

Tempo presente

Vigilia mai a naufragare
Giudizio innamorato
Perenne

Voglioso
Per intero

C’è.

 

  Miriam Da Costa

 
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.