Tu diventi poesia

Tu diventi poesia
Nelle notte piene irradiate
Per la luminosità del tuo sguardo
Sguardo libidinoso
Magnetizzato in me
Per la sensualità  delle tue carezze
Tattuate nella mia pelle
Tu diventi poesia
Coltivando versi stellati
Nella terra fertile del mio essere
Tarda notte arriva…
E ogni estrofa si completa
Lentamente…Piena
Come l’incontro della mattina
Con i primi raggi di sole
Tu diventi poesia
Ed il mantello stellato che si dispiega
Strappando veli per  lasciar incendiare
La luce che mi allucina
Firma versi bagnati
Con i baci tuoi
Tu diventi poesia.
 
   Miriam Da Costa
 
 
 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in scrittura.